Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata scuola

Attività Alunni

L'I. C. Zumbini vince il concorso nazionale

"La Scuola adotta un monumento"

e si aggiudica la medaglia d'oro

Medaglia doro per Adotta un momumento

 

 

medaglia doro p...
medaglia doro per adotta un momumento medaglia doro per adotta un momumento

LA NOTTE DEI RICERCATORI 2019

1

Per visualizzare le foto clicca qui

La “Zumbini “ha partecipato alla VI edizione della Notte dei ricercatori, l’evento europeo di diffusione della ricerca e della cultura scientifica, con 270 alunni delle classi terze.

Gli studenti, accompagnati dai docenti, hanno partecipato ad interessanti e coinvolgenti attività proposte dai dipartimenti di Biologia, Chimica, Ecologia, Fisica, Scienze della terra, Ingegneria Informatica, Modellistica, Elettronica e Sistemistica( DIMES ).

Nel laboratorio “KIwiSIAMO? ” gli studenti hanno estratto il DNA dal kiwi, mentre nel laboratorio di genetica “Chi è il colpevole” hanno estratto il DNA dalla propria saliva. Nel laboratorio “Chi è il colpevole? L’identificazione biologica”, i ricercatori di genetica forense hanno mostrato come viene analizzato il DNA quando si vuole procedere alla identificazione biologica di un individuo. Un professore ha illustrato di che cosa si occupa il genetista forense e di come ci si muove sulla scena di un crimine. Attenti e affascinati dall'argomento, anche perché tema di molte serie televisive, con una serie di slide gli alunni hanno seguito, fase per fase, come si arriva a confrontare un campione di DNA, correttamente estratto da un qualsiasi tessuto o liquido biologico, con una serie di profili genetici a disposizione delle forze dell'ordine, fino ad arrivare al colpevole di un qualsiasi reato o per risalire alla paternità di un individuo.

Nel laboratorio di chimica "I polimeri intorno a noi" gli studenti hanno fatto esperimenti di chimica macromolecolare come ad esempio la produzione del nailon e di un fluido non newtoniano. Nel laboratorio “Chimici per un'ora” sono stati fatti esperimenti di chimica organica, “La sintesi del profumo”, sugli esteri per la produzione dell’aroma di banana; nel laboratorio“Arcobaleno chimico” è stata evidenziata la presenza del licopene nella passata di pomodoro.

Nel laboratorio “Il magico mondo dei minerali”, grazie ad una lezione molto coinvolgente svolta da un geologo, gli alunni hanno osservato i minerali per imparare a riconoscerne le caratteristiche strutturali, le proprietà fisiche e i vari usi, dall'alta tecnologia nella ricerca alla creazione di gioielli. Nel laboratorio di mineralogia “Viaggio al centro dei cristalli”, attraverso l’osservazione di vari minerali, è stata evidenziata la differenza tra rocce e minerali e l’analisi della conduttività dell’acqua in base ai territori che attraversa.

Nel laboratorio di fisica “Catturiamo particelle fossili” è stato illustrato uno strumento per catturare le particelle fossili, presente al CERN di Ginevra, che dà importanti informazioni sull’origine dell’Universo (Big Bang). Nel laboratorio “Come difendiamo il pianeta”un professore ha spiegato che in natura esiste una roccia molto radioattiva, il granito, e ha dato la possibilità agli alunni di mettere in funzione uno strumento per misurare il grado di radioattività di un pezzo di granito. Sono state mostrate anche delle slide relative ai minerali radioattivi della nostra regione.

Nel Laboratorio di Cartografia Ambientale e Modellistica Idrogeologica CAMILab “Sotto l’acqua e nel fango” è stato approfondito il tema “Cento anni di frane e inondazioni in Calabria”. Gli alunni hanno visionato filmati di eventi alluvionali del passato, hanno visto la ricostruzione di alcuni degli eventi più catastrofici, alcuni modelli per la previsione di frane e inondazioni, hanno consultato un WebGIS (sistemi informativi geografici). Nel laboratorio “La ginestra oro nero” gli alunni hanno appreso i molteplici usi della ginestra, dai tessuti ai materiali isolanti e alle plastiche biodegradabili. Nel laboratorio “ Cambiamenti climatici”, attraverso la visione di slide, è stato approfondito il tema relativo all’emergenza climatica.

Immersi in un clima di festa con artisti di strada e trampolieri, gli alunni hanno visitato anche gli stand allestiti sul ponte. Le esperienze sono state tutte entusiasmanti e formative.

Certi della ricaduta positiva che queste giornate possono avere sugli adolescenti, ci auguriamo che l'Europa continui a rendere possibili iniziative come questa della "Notte dei ricercatori".

Panchina letteraria

panchina letter...
panchina letteraria panchina letteraria

 

IMG 20190613 WA0010

 " I GIOVANI E LE TRADIZIONI"

Concorso " I giovani e le tradizioni" quarta edizione. Promosso dall' associazione culturale Donnicese.

Quest' anno sono stati coinvolti gli alunni della 5 C della scuola primaria di Donnici. È stato trattato l' interessante argomento: dall' ulivo all' olio.

Alla presenza del dirigente scolastico Marietta Iusi, giorno 31 maggio nel salone comunale è avvenuta la manifestazione.

Clicca qui per vedere le foto dell'evento

 

 

IMG 20190613 WA0007



LA TARTARUGA VA A SCUOLA.

Il nostro Istituto ha aderito al progetto “La tartaruga va a scuola”, una iniziativa promossa dal Reparto dei Carabinieri Biodiversità di Cosenza, in collaborazione con i club di servizio Lions di Castrovillari e Cosenza Rovito Sila Grande. 

Il progetto ha interessato gli alunni delle classi quarte della scuola primaria di Cosenza e provincia, allo scopo di sensibilizzare i bambini nei rapporti con gli animali e in questo particolare caso con le tartarughe.      

Al plesso scolastico “ Emma Tavolaro” di via Milelli, sono state consegnate così due tartarughe di terra, riposte in un terrario costruito per l’occasione,  nel giardino della scuola.

I piccoli rettili, maschio e femmina,  ai quali sono stati assegnati i nomi di  Max ed Uga hanno conquistato subito le simpatie di tutti gli alunni e non solo.

I bambini interessati al progetto, a rotazione hanno assunto  il compito di nutrire le simpatiche ospiti, portando da casa foglie di verdura e mela.

Si ringraziano gli organizzatori per la particolare iniziativa unitamente alle varie attività di Educazione Ambientale tenute da professionisti in materia.

Arrivederci al prossimo anno.

 

 

poesie

“NOI PICCOLI GRANDI POETI”

A coronamento dei generi letterari studiati, la Poesia ha rappresentato l’elemento stimolante dei sentimenti vissuti e sperimentati dagli adolescenti, allievi della II G curati dalla loro insegnante di lettere, la prof.ssa Maria Teresa Falbo, i quali, hanno creato dei testi poetici che hanno raccolto in questo libro:

“Noi Piccoli Grandi Poeti”

Naturalmente, lo studio della poesia aveva come obiettivo: avvicinare gli alunni al linguaggio e all’analisi dei versi dei grandi Poeti, nello stesso tempo, stimolare i ragazzi ad esternare i propri sentimenti.

I giovani poeti hanno offerto rime dolci e ammalianti, soprattutto, per la loro sensibilità d’animo , la complessità di pensiero , la conflittualità interiore di essere adolescenti.

Lo stile riflette , per alcuni aspetti, la poesia Leopardiana: la natura, la nostalgia, la visione onirica.

In allegato il libro con i testi poetici realizzato dagli alunni

 

 

Allegati:
Scarica questo file (POESIE II G.docx2019.pdf)POESIE II G.docx2019.pdf[ ]782 kB

IMG 20190609 WA0017

LA PRIMA PANCHINA LETTERARIA DELLA CITTÀ  E DELLA CALABRIA REALIZZATA DAGLI ALUNNI DELLA SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO ZUMBINI DI COSENZA.

Realizzata dagli alunni della scuola secondaria di 1grado Zumbini di Cosenza, la prima panchina letteraria della città  e della Calabria, nata come progetto d'integrazione e inclusione degli allievi,su ispirazioni delle panchine letterarie londinesi,ha reso la scuola più bella , ha dato un suggerimento per rendere la città più originale per l'opera d'arte che promuove la lettura e l'approfondimento di autori del nostro territorio.Risultato della progettazione per l'inclusione,inserita  nel Pai e nel Ptof della scuola,per favorire l'apprendimento e l'acquisizione dell'autonomia degli allievi in difficoltà attraverso strategie didattiche pragmatico, percorsi alternativi legati alla "scuola del fare".l'azione didattica sinergica e appassionata delle docenti Di Francesco e Barci, il supporto della prof. Di Cola e la collaborazione delle famiglie ha consentito agli allievi di realizzare la panchina letteraria seguendo un percorso didattico basato sull'insegnamento del bello, dell'arte, della poesia e all'insegna della cooperazione e dell'uguaglianza degli allievi, i cittadini del domani.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO

 

IMG 20190606 WA0053

VISITA DELLA DOCENTE FINLANDESE RAINI SIPILIA

Il  5 giugno 2019, la Scuola Secondaria di Primo Grado Zumbini è stata allietata da un evento speciale: la visita della docente finlandese Raini Sipilia, in questi giorni in Calabria per tenere degli incontri formativi per conto dell’USR sul “sistema scolastico finlandese e l’apprendimento  basato sui fenomeni”. Lo scopo della visita era assistere alle lezioni curriculari per un proficuo scambio didattico-metodologico Italia-Finlandia.

Appena arrivata alla Zumbini, la prof.ssa. Raini Sipilä, accompagnata dalla Docente dell’Unical Teresa Ting,  è stata accolta dalle docenti Giusi Barci, coordinatrice dell'incontro e delle attività della mattinata, e da Albina Giglio, che ha l'ha accompagnata per tutto il tempo comunicando con lei in inglese.

Si è partiti dalla visita alla sala professori dove davanti a un caffè si è discusso della quotidiana routine di un docente e dell'uso del registro elettronico, cosa che ha particolarmente interessato la docente finlandese essendo per lei una novità: ha apprezzato come esso sia uno strumento che va ben oltre la firma della presenza del docente in classe, essendo anche mezzo di comunicazione con le famiglie e utile promemoria di tutto ciò che si fa in classe. Nel raggiungere l'aula magna, Raini Sipilä ha osservato con curiosità e attenzione gli affreschi nei corridoi, le aule delle classi (e non dei docenti, come in Finlandia dove sono i ragazzi a spostarsi al cambio dell'ora), i vividi colori delle pareti. Ha chiesto diverse delucidazioni, ad esempio su come e quando fossero stati realizzati i lavori esposti, e la conversazione è proceduta parlando del curricolo e della progettualità extra nelle attività didattiche.

Arrivati nel salone, dove ad attenderci c'era l'orchestra della scuola diretta dal prof. Fiorillo, la nostra ospite è rimasta da subito colpita nel vedere così tanti ragazzi con i loro strumenti, e quando è partita l'esecuzione dell'inno d'Italia ha subito manifestato ammirazione per il suono e la precisione ritmica, arrivando a commuoversi nei brani successivi, coinvolgenti e magnificamente eseguiti. Parlando con la prof.ssa Giglio, che le ha spiegato come è organizzato l'insegnamento opzionale di strumento nelle scuole italiane, la collega finlandese ha rivelato di essere una docente di musica e di aver trovato quel breve concerto strepitoso, lodando l'eccellenza del risultato e complimentandosi con il direttore dell'orchestra e i docenti di strumento e con la dirigente Marietta Iusi, che nel frattempo ci aveva raggiunto.

La visita è proseguita in una classe dove la docente di sostegno Emilia Di Francesco ha illustrato i progetti "Panchina letteraria", "Orto botanico" e Special Olympics: la collega finlandese è rimasta anche in questa occasione colpita dal modo di concepire e fare Inclusione e di programmare le attività di sostegno, facendo domande specifiche e commentando con interesse ogni informazione e apprezzando come il cooperative learning, lo scaffolding e la peer education siano pane quotidiano nell'attività didattica. La docente di Arte, prof.ssa Barci, che sta lavorando con i ragazzi alla decorazione artistica della panchina, ha poi invitato la collega a pitturare una piccola parte e così armate di pennello e tempere, lei e la dirigente sono state protagoniste di un momento divertente e significativo.

La visita poi è proseguita nei due laboratori di computer: nel primo la professoressa ha assistito ad una lezione di Coding, pensiero computazionale, tenuto dalla docente Incutti; nel secondo ad una lezione della prof.ssa Mari sul programma power point che i ragazzi erano chiamati a usare per realizzare una presentazione sulle fibre tessili (integrazione tra contenuti disciplinari e competenza digitale).

Il giro della scuola è proseguito in altra aula dove la prof.ssa Nanci stava facendo una lezione interattiva di inglese con l'uso didattico della multimedialità, e poi in un'altra ancora dove in spagnolo, seguiti dalla prof.ssa Arvelo, i ragazzi hanno mostrato un video sulla recente esperienza fatta in Spagna (gemellaggio musicale con una scuola di Alicante).

Particolarmente interessante è stato per la professoressa assistere alla lezione di geometria della docente Rosito, durante la quale gli alunni hanno interagito con il loro cellulare alla spiegazione animata con l’uso della lim.

La visita è poi proseguita all'esterno: la docente finlandese ha assistito ad una lezione di Scienze motorie tenuta dalla prof.ssa Ficco nel campo sportivo della scuola; ha così apprezzato l'attenzione che la nostra scuola dà allo sport, venendo a conoscenza dei Giochi studenteschi, dei tornei interscolastici, del Progetto Sci ecc.

 Arrivati poi in presidenza, la collega finlandese ha ribadito il suo entusiasmo per quello che aveva visto e capito della nostra realtà scolastica e del sistema d'istruzione italiano, sottolineando quanto fosse rimasta così positivamente impressionata dalla visita. La dirigente Marietta Iusi ha salutato Raini Sipilä regalandole un portafortuna realizzato dagli alunni, una civetta di legno; la promessa di rimanere in contatto e magari realizzare qualche progetto insieme, è stata infine sugellata da un abbraccio affettuoso. È stata un'esperienza umana e professionale intensa: come sempre, il confronto autentico e il dialogo offrono spunti di riflessione importanti, per capirsi, apprezzarsi, migliorarsi.

CLICCA QUI PER VEDERE LE FOTO

 

 

IMG 20190606 WA0004

 

img-20190606-wa...
img-20190606-wa0004 img-20190606-wa0004

ORTO SCUOLA

 

orto scuola
orto scuola orto scuola

Ultime Circolari e Avvisi

Ultime comunicazioni scuola-famiglia